Come fili della luce

Ai pali della luce è stata raccomandata una posizione fiera ed eretta.
Sono responsabili di quanto combinano quei trenta metri di cavo tra loro tirati.
Proprio questi, un giorno, hanno creduto di poter volare. Vivere sospesi trae in inganno.
La repressione, ad opera dei pali, è stata violenta. Gli estremi reazionari sono stati raccolti in grossi nodi d’acciaio.
E’ stato detto loro che nascere a decine di metri da terra implica grosse responsabilità.
Che nessuno si permettesse più di tentare la fuga.

No Comments Yet

Leave a Comment